ASL, DELIBERE ANNULLATE & BANDI MODIFICATI

0

(f.n.) – L’Asl delle Sette Meraviglie?, cerchiamo innanzitutto di non essere riduttivi…le sette meraviglie sono state superate da un pezzo …adesso siamo già nella dimensione delle cose che provocano lo “stupor”…Sorvoliamo sugli incarichi, rinnovi, lavori e via col tango e dedichiamoci ad alcuni particolari, che inducono alla riflessione…Con delibera 942 dell’8 luglio u.s. a firma della sacra triade De Biasio, Correra ed il “discreto” ma a quanto pare “potentissimo” Blasotti (e chi l’avrebbe detto!) si provvedeva al parziale annullamento della delibera 1397 del 13 novembre 2018 ed alla modifica del bando in essa contenuto, relativo all’avviso pubblico per il conferimento di incarico quinquennale per direttore di Uoc di Chirurgia Generale nei P.O. di Maddaloni, Marcianise, Aversa e Santa Maria Capua Vetere. La modifica, deriva “ufficialmente” dalle indicazioni del piano regionale e dal declassamento delle UOC dei presidi ospedalieri di Santa Maria Capua Vetere e di Maddaloni…Quindi… visto che la politica pesa “incredibilmente” nelle scelte della Sanità, possiamo affermare che i due Presidi Ospedalieri siano “pessimamente” rappresentati dalle forze di governo, peraltro presenti. in numero cospicuo, sul territorio. E non finisce qui…a proposito di potere politico… infatti, la delibera di annullamento parziale e modifica non contempla, come sarebbe addirittura naturale, un bando per Marcianise ed Aversa che sembrerebbe conservino le Uoc, ma si è proceduto come sempre…secondo i disegni dei soliti noti…A Marcianise ci pensiamo poi e per adesso ci dedichiamo ad Aversa…altrimenti qualcuno potrebbe sbattere il mocassino di Gucci per terra e allora…sarebbero guai seri…Infatti… la delibera 942, prevede il bando soltanto per il P.O Moscati di Aversa…un bando da University Hospital di Zurich che provoca appunto lo stupor di chi, leggendo, immagina che all’interno del Moscati, le cui criticità non sono state e non sono un mistero per nessuno, sia già allestito un Centro per Trapianti, anche se nessuno sapeva nulla… Infatti, a giudicare dai requisiti specifici richiesti nel bando per i candidati alla direzione della Uoc, sono appunto richieste le qualità e l’esperienza professionale specifica di un chirurgo esperto in espianti e trapianti di fegato. Ci si chiede da cosa tragga origine la richiesta specifica di un servizio, se non alla necessità di potere usufruire di quel servizio…E…poiché un centro trapianti non è cosa che si possa inventare e necessita di una procedura particolare ed inoltra risulta che il Centro trapianti sia al Cardarelli, non si comprende la necessità dei requisiti richiesti ai candidati. Tra l’altro nella precedente delibera, la 1397, per intenderci…quella che è stata parzialmente annullata, in cui è riportata la descrizione dei quattro Presidi Ospedalieri, non risulta che il Moscati di Aversa presenti qualità specifiche, differenti o maggiori o migliori rispetto agli altri tre di cui, invece, condivideva ogni criticità. A questo punto è opportuno evidenziare un’altra anomalia, quella che ha visto protagonista il dottor Gianfausto Iarrobino, vincitore di concorso per direttore di Uoc Chirurgia generale, a Piedimente Matese…Dopo avere atteso mesi e mesi che i padroncini della Sanità, contrari alla sua nomina si dessero una calmata e acconsentissero a mettere nero su bianco, provocando l’indignazione generale per il loro precedente atteggiamento inqualificabile, oggi si trova davanti ad un probabile declassamento dell’Ospedale in cui lavora e la relativa scomparsa della Uoc di riferimento. La perniciosità della manovra politica in materia di sanità consiste proprio in questo…spostare e giostrare e demolire, favorire gli amici ed all’occorrenza punire i ribelli o declassare o chiudere…il tutto finalizzato al consenso elettorale ed al potere di conseguenza che consentirà ai soliti noti, di ricominciare daccapo…governare il pubblico o quel poco che ne resta ed alimentare “giocoforza” il privato…il tutto passando con un panzer sulla vita e sulla salute della comunità…Oggi dinanzi al declassamento di Piedimonte… logica, economia, onestà e buonsenso richiederebbero il trasferimento del dottor Iarrobino in una delle Uoc superstiti, anche se qualcuno che è notoriamente maligno avanza una delle ipotesi più vergognose ma credibili…Quando “finalmente” è stata firmata la delibera di nomina del dottor Gianfausto Iarrobino, si sapeva già che il P.O. di Piedimonte avrebbe perduto la Uoc…Hasta la verguenza!