OSPEDALE, CONTROLLATE LE LISTE D’ATTESA E POI GIOCATE CON WHATSAPP

2

(f.n.) – Aorn di Caserta…all’insegna del progresso tecnologico. Caro amico ti scrivo…anzi… caro amico ti messaggio! Ma sì, cari signori, createlo un bel gruppo whatsapp che vi consenta di bypassare i canali istituzionali e rendere ancora più formali e “studiati” e “meditati”, nonché irrimediabilmente inutili, i dialoghi tra big ospedalieri, dai dirigenti, ai capidipartimento, dai primari a…a…ma sì… persino alla nostra santa Tetta del Pensiero Immaginario”…che sverna sui bordi dell’evanescenza sanitaria… e quale sarebbe poi… in definitiva… l’obiettivo?, quello di migliorare un servizio sanitario attraverso la rapidità delle informazioni? Caro commissario e cari sub commissari per volontà deluchiana e disegno terreno attendista, pensate a dar prova provata di efficienza e a darvi da fare per il bene dell’utenza che vi garantisce lo stipendio, vacanza in Sicilia compresa e vi facilita l’avanzamento di carriera. Una volta portate a termine le riunioni in programma per il 23 ed il 26 p.v. liberate la scrivania e datevi da fare, perché il diritto alla salute dei cittadini non va in vacanza tra la conclusione di un mandato e l’avvio di un altro o mentre cominciate a pensare se sia o meno il caso di “mettere mano” o lasciare le cose come stanno. Sullo sfondo si agitano le gare d’appalto in proroga, i lavori di ristrutturazione da fare, i concorsi da espletare e prima di tutto e soprattutto, è indispensabile cominciare a fornire risposte concrete alle esigenze della comunità in termini di servizi all’altezza di quella nomenklatura che indica il Sant’Anna e San Sebastiano come un’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale. Ed all’alba del day after, quando il giro di presentazioni sarà terminato ed anche l’eco del solito ruggito sindacale, sarà scomparso lungo le scale della palazzina “grigio topo spento”, perché non abbiamo alcun dubbio sul fatto che la manovra di accerchiamento sia già iniziata, bene…nel day after di tutto questo, dicevamo…la prima questione da affrontare, dovrebbe essere quella che riguarda le liste d’attesa che, nonostante il loro ufficiale ripristino, avvenuto nel gennaio scorso, oggi sono ancora quasi del tutto inesistenti…Gentile commissario provi ad interrogarsi su un dato: ripristinare le liste d’attesa non significa che non c’erano?, e cioè… erano scomparse?, da quanto tempo?, provi a chiedere da quanto tempo in Ospedale non vi erano liste d’attesa per ricoveri di elezione…se facciamo un volo radente su internet, troviamo abbondanza di norme, discussioni, progetti e proposte sulla necessità di accorciare i tempi delle liste d’attesa…ma non troviamo una sola ipotesi che contempli “l’assenza” delle liste d’attesa per i ricoveri di elezione…come se la cosa fosse così assurda da non essere neppure contemplata come possibilità…eppure all’Aorn di Caserta le liste d’attesa per i ricoveri di elezione, per anni sono state inesistenti…tanto è vero che il manager Ferrante, stanco morto di essere attaccato sull’argomento, le ha ripristinate…E adesso…funzionano? Forse sarebbe il caso di controllare, o no? Hasta la vista!

2 Commenti

  1. Il commissario ha fatto un gruppo wzapp per medici e dirigenti vari. Pur stando tutti iscritti ne stanno ridendo perche è proprio una cretinata. Buongiorno.buonasera. ma che bella idea. Ma andate a cagare massa di idioti senza anima e senza palle. Servi del potente di turno ieri omaggiavate Ferrante e oggi gia lo criticate

Comments are closed.