PASQUALE VITALE PRESENTA IL SUO LIBRO “LA NOTTOLA DI MINERVA”

0

TEVEROLA – I libri che nascono dalla cultura e per diffondere cultura sono un vero e proprio atto d’amore. È questo, infatti, il motivo che ha mosso la pubblicazione del nuovo testo “La Nottola di minerva” edito dalla Gnasso Editore, dello scrittore edocente di storia e filosofia, Pasquale Vitale. Un volume, come ci indica lo stesso titolo, di filosofia ma non solo, che nasce dall’idea di una ex alunna dell’autoreIrene Gennaro, che ascoltando e restando colpita dalle lezioni di Vitale, consigliò di redigere una manuale che potesse coniugare passione per la disciplina, chiarezza e riferimenti alle arti umanistiche. Con un’introduzione a cura della presidente del “Serra Club”, Maria Luisa Coppola e del giornalista e storico della filosofia, Michele Lasala, il testo prevede una serie di profili. Per ogni autore sono state previste ampie incursioni nella letteratura, nell’arte, nel teatro, nella musica, alcune delle quali curate da altri studiosi (Nunzia CapassoMarco PalladinoGianluca Della CortePasquale LatinoAngelo RomeoGiuseppina GiulianoAlessandro Pipitone, Natascia De GennaroFrancesca PriscoGiuliano GaglioneAlessia CesaroFerdinando BortoneMartina RotaCarla Caputo e Anna Capriati). Una sezione a parte è stata dedicata alla possibilità di una filosofia a fumetti che vede come personaggi Hannah Arendt e Heidegger in una discussione riguardante la scelta politica di quest’ultimo e il concetto di banalità del male. Una terza parte del testo è incentrata su temiattuali relativi alla bioetica, al femminismo, al fenomeno del selfiee ad alcune espansioni on line. Il testo sarà presentato tre fine settembre e inizio ottobre presso il Liceo artistico di Aversa. Inoltre, sono previsti degli incontri seminariali presso la galleria darte contemporanea “Kouros”. L’obiettivoperò – afferma Vitale – è quello di organizzare una serie di presentazioni in tutte le scuole che richiederanno un incontro con gli studenti. Un libro che lascia sorpresi dalla vastità di temi, che spalanca le porte della conoscenza e che soprattutto lancia una grande sfida: quella di iniettare la bellezza della filosofia nei ragazzi. Un testo che non dà risposte, ma che ci fa porre tante domande, lasciandoci curiosi e meravigliati dinanzi alla trattazione di quel fenomeno che appartiene agli dei e alle anime più stravaganti e sensibili: la follia. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui