CIRO ESPOSITO DIXIT… NUN CE’ VULEVA A’ SCIENZ!

0

   –   di Ciro Esposito   –                                                                racconto caserta ciro esposito scaled CIRO ESPOSITO DIXIT... NUN CE VULEVA A SCIENZ!Non ci voleva Archimede Pitagorico, di Disneyana memoria per organizzare le vaccinazioni anticovid: bastava intelligenza, lungimiranza, duttilità e attitudine a farsi rispettare. Non c’era bisogno della nascita dei fiori di campo…le primule a 450.000 Euro l’uno perché abbiamo strutture idonee a volontà … a Lamezia, la Protezione Civile ha allestito un palazzetto che sarà inaugurato a breve e la spesa è stata di sole 1400 Euro (non ho sbagliato) questo è Arcuri, un signore che come ho già sostenuto, avrebbe fatto una gran brutta fine se fosse stato di Destra… Necessitava organizzare, con dovizia di particolari, le varie fasi della macchina burocratica.

In materia mi espressi già tempo ma, non essendo stato recepito da tutti il mio dire, ho deciso di spiegarmi meglio trattando analiticamente e definitivamente il problema spiegandolo “col cucchiaino”. In primis: I tre plenipotenziari, Conte, Casalino e Speranza avrebbero dovuto non nascondere i fatti perché quei marchiani errori di occultamento della verità e gravità delle cose hanno prodotto disastri che saranno riparati soltanto col tempo…però mi devono togliere una curiosità: perché Conte e Casali no sono stati fatti malamente fuori e il Sig. Speranza e le sue “stronzaggini” sono rimasti? Ancora una cosa mi preme dirla, ma soltanto per illustrare il mio modo di vedere le cose: quando leggo le scempiaggini che scrive un certo Travaglio che sostiene che tra Draghi e Conte non vi è differenza mi convinco sempre più che la verità, quella vera, non è stata nascosta al 50% ma al 100% e …mi viene da pensare … ma chist’ fanno °veramente schifo. Loro e chi li vota!! In secundis devo fare presente che ho vissuto , fino alla vaccinazione, con coscienza la preoccupazione per la fragilità della mia salute e per l’età che porto sul groppone…ho avuto paura, senza farla trasparire, nella speranza che tutto finisse presto ma sto ancora a lottare convivendo col mostro invisibile conscio dì una certezza; continuando col governo Conte, formato per buona parte da presupponenti e incapaci saremmo finiti a “nardichella” e cioè ai… sprefùnno e casuriàvule come dicevano gli antenati…che poi sarebbe l’ultimo girone dell’inferno Dantesco. E veniamo al nocciolo della vexata quaestio…perché le cose funzionassero bene, il governo Centrale avrebbe dovuto creare, in tutto lo stivale, almeno cinque siti di stoccaggio per il vaccino…la sola Cecchignola è poco. Le Regioni avrebbero dovuto dettare le linee guida per il funzionamento alla perfezione della macchina organizzativa coinvolgendo i mediò di base, concedendo un piccolo incentivo per l’attività straordinaria, anche se buona parte di codesti signori fa soltanto il trascrittore delle solite ricette. I cosiddetti medici di famiglia avrebbero dovuto fornire alle ASL di riferimento i nomi dei vaccinanti dividendoli per fasce di età e per la fragilità della loro salute…qualcuno potrebbe osare che dico delle inesattezze perché l’ASL sa già tutto dei malati. No, dico cose serie: non bisogna sovraccaricare i lavoratori delle ASL perché già fanno troppo riscuotono lo stipendio! Continuiamo: Il Governo Centrale avrebbe dovuto indicare i siti della vaccinazione nel modo che già scrissi…Coinvolgere le industrie, che avrebbero aderito all’invito per la vaccinazione dei propri dipendenti; i medici di base, le scuole, le farmacie, e le caserme in disuso indicandoli quali siti di inoculazioni. La vaccinazione doveva avvenire per fasce di età e per lettera alfabetica nei giorni stabiliti. Mentre il numero dei vaccinanti, per ogni hab, (che sarebbe il luogo della vaccinazione) doveva essere stabilito dalla ASL che doveva, giornalmente, fornire le dosi di vaccino necessarie …quegli indefessi lavoratori potevano fare almeno questo.

E veniamo alle note dolenti: i NO VAX!! La nostra obsoleta Carta Costituzionale proibisce le imposizioni ma parla della tutela della salute pubblica…la difesa della tanto conclamata collettività, oggi viviamo questa emergenza e quindi si può obbligare il medico, l’infermiere il docente e qualsiasi riluttate a vaccinarsi; diversamente, gli si farà cambiare posto o mestiere con lo stipendio per le nuove funzioni…non può essere un untore senza pagarne il peso e le relative spese…la sua posizione è come quella di un terrorista e deve essere valutata in tal senso. lo l’avrei organizzata in questo modo Con le vaccinazioni e il Covid la finiamo qui nella speranza di godere ancora un po’ dei beni della vita senza allarmi e senza preoccupazioni, ma credo che quanto attiene alla mia persona, anche se vaccinato, le preoccupazioni stanno incominciando adesso. P.S. mi hanno fatto notare che nel numero precedente avrei commesso un errore: ho scritto peregrinazio al posto di peregrinatio…per quel poco di latino che appena mastico, consentitemi ogni tanto qualche divagazione maccheronica …per farmi capire meglio. Avrei voluto riposarmi ma mi preme farvi gli auguri per la Santa Pasqua… Soprattutto per la salute!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui