NAPOLI, SALA ASSOLI: PIÈCE NOIRE (CANARIA),MODERNA FIABA  FIRMATA GIUSEPPE AFFINITO

0

18 al 22 gennaio il testo di Moscato vincitore nel 1985

del Premio Riccione per la drammaturgia, terzo spettacolo di “We Love Enzo”

GIUSEPPE AFFINITO foto piècenoire11 NAPOLI, SALA ASSOLI: PIÈCE NOIRE (CANARIA),MODERNA FIABA  FIRMATA GIUSEPPE AFFINITONAPOLI – Vincitore del Premio Riccione per la drammaturgia nel 1985, Pièce Noire (Canaria) – in scena dal 18 al 22 gennaio nella Sala Assoli di Napoli (feriali ore 20,30, festivo ore 18.00), porta la firma per l’ideazione scenica, l’adattamento e la regia di Giuseppe Affinito, attore della Compagnia Enzo Moscato e cresciuto nel solco del drammaturgo. Lo spettacolo prodotto da Casa del Contemporaneo rappresenta il terzo appuntamento del progetto di dediche “We Love Enzo”, dopo “Play Moscato” e “Ritornanti”.

“Pièce Noire” è una moderna fiaba dark mossa tra psicoanalisi, thriller e leggerezza; un ambivalente gioco rappresentazionale, comico e grottesco, teso tra verità e finzione. La messa in scena si preannuncia “ringiovanita” da una compagnia di attori e attrici di variegata provenienza e formazione.

“Mi sono lasciato condurre da tre nuclei organici e tematici – scrive Giuseppe Affinito -. Il primo è quello pervenutomi attraverso il titolo stesso dell’opera: da un lato, cioè, una “pièce”, che starebbe a ‘significare’ una recita, una commedia, o una drammaturgia, una storia, una fiaba, o anche una ‘camera’, un interno; dall’altro un “noire”, una quasi avversativa tinta cromatica fosca, torbida, criminale; e ancora, il sottotitolo “canaria”, affresco di identità prigioniere, di reclusioni emotive. Se ne inferisce, allora, direttamente la seconda intuizione: quella, cioè, di una sorta di dichiarata e barocca (meta) teatralità, cui tuttavia soggiace un funesto e disperante motivo esistenziale, l’eterno dilemma dell’essere (o diventare) sé, di ‘individuarsi’ e ‘debuttare’ in un mondo percosso da coazioni e castrazioni. Il terzo elemento è, infine, la lingua moscatiana, una partitura musicale che avvalora le oscillazioni interpretative del testo tra realistico e simbolico, tra esplicito e irreale”.

PIECE NOIRE Giuseppe Affinito 1 Ph SalvatorePastore min NAPOLI, SALA ASSOLI: PIÈCE NOIRE (CANARIA),MODERNA FIABA  FIRMATA GIUSEPPE AFFINITOAl centro della vicenda, troviamo La Signora, donna torbida e maledetta, maitress e proprietaria di locali notturni, che sogna di riscattare una vita segnata dagli orrori della guerra e della prostituzione inseguendo la perfezione. Alleva così tre ambigue creature, con l’intenzione di renderle degli ‘angeli’, degli esseri puri ed eccezionali, cresciuti e istruiti al mondo dello spettacolo, della forma, dell’estetica. Due di loro, però (Cupidigia e Bramosia), falliscono nell’incarnazione del capolavoro e, ormai ribelli e dispettosi, inquinano costantemente gli ideali della madre/matrigna; mentre il terzo, Desiderio, ancora immacolato, ancora imbrigliato nell’anelito di perfezione angelica, dopo aver vissuto tutta la vita in una rigida e disciplinatissima prigionia, si accinge a debuttare in uno dei locali della Signora, mettendo infine la propria bellezza e i suoi turbamenti alla prova del contatto col mondo.

“Come Desiderio – conclude Affinito -, anche io, dopo anni di studio, di preparazione e di ricerca, vissuti sotto l’egida del mio Maestro mi approssimo a questo confronto con il mio passato, mi metto alla prova con queste attuali vesti di metteur-en-scène oltre che interprete, e provo a fare il mio – personalissimo – debutto, sperando di trovarci, io e Desiderio, nuovi slanci, altre commozioni”.

𝐒𝐚𝐥𝐚 𝐀𝐬𝐬𝐨𝐥𝐢 – Vico Lungo Teatro Nuovo 110 Napoli
𝐜𝐨𝐦𝐞 𝐫𝐚𝐠𝐠𝐢𝐮𝐧𝐠𝐞re la sala:
Metropolitana linea 1 – Fermata Toledo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui