OSPEDALE, IL NURSING UP DISERTA IL BRINDISI DELLA BEFFA

 di Francesca Nardi

Al brindisi augurale previsto per oggi nell’Aula magna dell’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano il Nursing up non parteciperà. E come non essere d’accordo?, o per caso l’accordo deve essere corale,  in virtù di quel rapporto di sudditanza automatico che porta i più a flettersi a L soltanto perché il direttroe generale, magnanimamente emette un fiato, in attesa di spargere reliquie per grazia ricevuta?…A cosa brinda il manager Nicola Mario Vittorio Ferrante?, al corso di aggiornamento per spie spicciole che ha fondato?, ai guardatori di mappe?, alla sporcizia vagante, agli allagamenti cronici, agli scarrafoni oppure al mancato pagamento degli straordinari e alla carenza di personale? Il brindisi prenatalizio è una tradizione che si rispetta nella misura in cui ilrispetto sia reciproco e non penda obbligatoriamente, come al solito, da una parte sola…un augurio in contraddizione con un atteggiamento discutibile nonché arrogante,   che sta mandando al macero definitivamente  l’immagine dell’Azienda ospedaliera. Mentre si aggiusta la cravatta per partecipare al brindisi, la sua “direzione sanitaria” dopo essersi probabilmente incipriata il nasino lucido affinchè i riflettori non siano spietati e rimandino alle telecamere l’immagine falsata della bellezza, ha appena risposto “picche” che tradotto in esperanto significa “arrangiatevi”, alla richiesta di operatori socio-sanitari ed infermieri. Ben 12 unità, infatti, sono andate in pensione ed altri sono prossimi… ma nessuno è stato e sarà rimpiazzato a quanto pare e la cosa scivola in discesa sui declivi dell’atmosfera natalizia che questa mattina avvolgerà la Sacra Trimurti ed i suoi fidi. Gli operatori sono ormai al massimo della sopportazione e stanno raggiungendo il punto del non ritorno, ma al malato che purtroppo dovrà risentire di queste carenze ed inefficienze gestionali, chi pensa? Il mega manager dice auguri? ma è il caso di dirgli sussurrando nell’orecchio sinistro: “Forse è meglio che t stai zitt!, sient a ‘mme…” e nell’orecchio destro: “Secondo me… tu non stai bene…”

Comments

  1. Attilio Zuna ha detto:

    Non si possono prendere consensi dalla regione ( De Luca ) effettuando solo tagli..!!!
    All’interno di qualsiasi azienda bisogna mettere in atto nuovi metodi organizzativi….
    anche premiando i dipendenti….
    Meditate dirigenti, meditate….
    …e poi fate i brindisi…

    1. Caporedattore ha detto:

      Giusto…molto giusto

Comments are closed.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+