NUOVA ORDINANZA CONTRO I BRACCONIERI, I DETTAGLI

0

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Nuove ordinanze da parte della Procura della Repubblica per combattere il fenomeno del bracconaggio di animali. Innanzitutto, l’utilizzo di acqua comunale per il bracconaggio, per riempire le cosiddette ‘vasche’ per attirare gli animali, verrà considerato come furto aggravato; assieme a questa ordinanza, la polizia giudiziaria provvederà a controllare i terreni urbanistici di caccia, trasformati sia dalla creazione delle vasche che dall’utilizzo dei proiettili, col piombo disperso, e a trovare i ‘bunker’, posizioni in cemento parzialmente interrate per i cacciatore che custodiscono il materiale necessario all’attività illecita, per poi darne avviso all’ente comunale. Saranno poi gli enti stessi a provvedere in autonomia a ripristinare lo stato originale dei luoghi di bracconaggio con un’ordinanza ai proprietari dei territori. In caso di mancata restaurazione, il Comune ha l’obbligo di intervenire d’ufficio a spese del proprietario stesso.

Procura Rep. S.Maria C. Vetere per contrasto al bracconaggio