AORN, DELIBERA 846 E L’ORAZIONE DI MARCO ANTONIO

di Francesca Nardi

Perché dovremmo meravigliarci dell’indifferenza, delle morti che non lasciano traccia, delle persecuzioni occulte, delle vendette, dei  ricatti…perché dovremmo?, questo è uno strano Paese …un atollo imbalsamato al centro dei liquami che l’affaire più redditizio degli ultimi vent’anni, ha trascinato e depositato fin dentro la nostra anima…Che Paese è quello in cui si condanna il pensiero che si fa strada alla ricerca della verità e si assolve il silenzio che uccide?, che Paese è quello in cui l’ignoranza assurge a rango di nota curriculare e la madre lingua viene lapidata, senza ritegno, da ignobili congiuntivi, che sottraggono impunemente il posto ai condizionali, alla stregua di straccioni che sgomitano ed arrivano in cima alla scala,  raccomandati da politici zoticoni, che se si allontanano dal carro bestiame, non prendono sonno…  Ma che Paese è questo?,  che Paese è quello in cui devi tacere se vuoi sopravvivere… che non riconosce l’individuo ma soltanto la tendenza ad essere una massa informe … che cerca di corromperti…che ti minaccia…che dà fuoco alla tua casa…che ti chiama folle se esci dal sistema ed irrecuperabile se lo combatti…In questo strano Paese la Sanità è un pozzo senza fondo in cui sguazzano denari e raccomandazioni, poteri occulti, eccellenze e macellai in camice bianco, farabutti,  imbroglioni e qualche eccezione in doppiopetto. Qualche obiezione?, ci vuole fegato a tirarne fuori qualcuna, visto il quadro nazionale che abbiamo davanti e… veniamo alla nostra piccola sanità con la nocca a pois e l’accento da college svizzero. Il gotha dell’Aorn di Caserta si è riunito ed ha deliberato con il numero 846, di dare mandato ad un legale esperto in reati contro la pubblica amministrazione, per agire contro il direttore di Appia Polis che da tempo sarebbe impegnato a pubblicare false notizie lesive dell’immagine dell’Azienda ed in particolar modo, avrebbe dichiarato il falso in un articolo sulla Rianimazione pubblicato in data 23 agosto u.s. Il reparto di Rianimazione dell’Aorn di Caserta è una vergogna! Ma il manager dell’Aorn dice che non è vero…ed il direttore dell’Aorn è un uomo d’onore…Il direttore di Appia Polis, che firma, dice che in quel reparto si muore di infezione, ma il primario del reparto dice che in Rianimazione si muore di arresto cardiocircolatorio ed il primario del reparto è anch’egli un uomo d’onore…il direttore di Appia Polis dice che in Rianimazione vi sono undici posti letto occupati, personale allo stremo, aria condizionata non funzionante, umidità dell’ 85%, batteri in libertà, ma il manager dell’Aorn sostiene che il direttore di Appia Polis dice falsità ed il manager è un uomo d’onore…il direttore di Appia Polis dice che i letti dei pazienti, sono troppo vicini uno all’altro, che nei box destinati all’isolamento, non vi è spazio per muoversi, che gli apparecchi per l’emofiltrazione sono in funzione 24 ore su 24 ed il primario non si è mai preoccupato di chiedere personale dedicato,  costringendo gli infermieri a turni massacranti, ma il manager dell’Aorn dice che il direttore di Appia Polis scrive falsità ed il manager dell’Aorn  è un uomo d’onore… il direttore di Appia Polis scrive che il primario ed il manager processano i dipendenti per la fuga di notizie e trasferiscono i sospettati senza sostituirli, ma il manager dell’Aorn ed il primario di Rianimazione dicono che il direttore di Appia Polis scrive falsità ed il manager ed il primario sono uomini d’onore …tutti uomini d ‘onore… Il direttore di Appia Polis scrive che il manager è entrato per la prima volta in Rianimazione il 23 agosto, esclamando sulla porta “Qua si soffoca!” ma il manager dell’Aorn dice che il direttore di Appia Polis scrive falsità e dà mandato all’avvocato, di agire contro il direttore di Appia Polis ed il manager è un uomo d’onore. Il direttore di Appia Polis si chiede per quale motivo, se ha scritto tutte quelle falsità sulla Rianimazione, quasi immediatamente sono iniziati i lavori, hanno diminuito i letti, hanno spostato quintali di monnezza, hanno liberato la cellula antisismica adibita a deposito, hanno persino rinvenuto tra una fetenzia e l’altra, un paio di slip vaganti…forse non erano tutte falsità quelle che ha scritto il direttore di Appia Polis?, e se non erano falsità, allora il manager dell’Aorn dichiaratamente un uomo d ‘onore, avrebbe  calunniato il direttore di Appia Polis?…In tal caso le cose cambierebbero aspetto ed il direttore di Appia Polis sarebbe costretto a dare mandato a sua volta ad un legale…A proposito …il direttore di Appia Polis non è un pubblico ufficiale, quindi non può commettere reati contro la pubblica amministrazione, pertanto non si comprende il mandato ad un esperto di reati del genere…ma tra una originalità e l’altra non ci formalizziamo più di tanto…del resto non abbiamo tempo da perdere…adesso che sono iniziati i lavori in Rianimazione, possiamo dedicarci alla trasparenza delle  sponsorizzazioni che è sicuramente uno degli argomenti più interessanti e chissà perché, non ne parla mai nessuno. Hasta la vista!

Comments

  1. Gerardo ha detto:

    Sulla Rianimazione di Caserta, l’andamento e l’andazzo di quel primario si sapeva e si sa già tutto, sia dentro che fuori dell’ospedale.
    La giornalista ha solo fatto cronaca.
    Le infezioni, i morti, le amicizie particolari del primario sono cose a conoscenza di chiunque.
    Spero che si faccia presto la causa, mi auguro che vengano chiamati i testimoni al piu presto, e spero proprio che a questo primario venga ripagato pan per focaccia.
    Ogni bugia detta dal primario sarà ripagata da una verità.
    E finalmente si saprà ogni cosa.
    Non conviene mai alzare polveroni quando si hanno le finestre aperte.

  2. Ersilia ha detto:

    Ma credono veramente di fermarla dottoressa.? Ma hanno capito con chi hanno a che fare? Hanno capito che lei non ha prezzo? Solidarietà e sostegni per una Donna con la D maiuscola

  3. Maria ha detto:

    Sarebbe interessante sentire un po i parenti dei morti in rianimazione. Sarebbe anche interessante conoscere i motivi di questa estrema difesa di ferrante a tutela di Pezza. E sarebbe anche interessante sapere perché stanno facendo i lavori se la rianimazione era perfetta. Vergognatevi

  4. Michele ha detto:

    Quando INTERVERRANNO per danno erariale ed interessi privati? Questa è vendetta personale di ferrante

  5. Angela ha detto:

    Invece di denunciare pezza e la siciliano buttano i soldi nostri per vendette personali. Vergogna

  6. Nicola ha detto:

    Solidarietà e sostegno a lei

  7. Luigi ha detto:

    Massima solidarietà

  8. Antonella ha detto:

    Complimenti dottoressa. Lei si che può essere definita un “donna d’onore”! Onore al merito visto che è tutta verità.

  9. Paola broccoli ha detto:

    Non scriveresti mai cose non documentate. Buon lavoro.

Comments are closed.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+
PUBBLICA ASSISTENZA SAN MICHELE SERVIZIO AMBULANZE 24 H24
Trasporto sangue e organi
Trasporto infermi
Assistenza medica e infermieristica
Assistenza sanitaria in manifestazioni di enti Pubblici e Privati
Accompagnamento per terapie e visite mediche
Autoriz. Reg. N°2007/24465

Ho compreso che...
le persone possono dimenticare ciò che hai detto.
le persone possono dimenticare ciò che hai fatto.
ma le persone non scorderanno mai come le hai fatte sentire.
Dott. Carozza Michele

339.5082804 - 335.6094623 - 0823.458796
VIA LIGURIA, 21 - 81020 SAN MARCO EVANGELISTA (CE)