CAIAZZO: FESTA UNITA’ ITALIANA E FORZE ARMATE, “ESSERE OGNI GIORNO COSTRUTTORI DI PACE”

CAIAZZO – Un minuto di silenzio per ricordare il vice brigadiere Emanuele Reali travolto e ucciso da un treno a Caserta mentre inseguiva un ladro. Due lapidi per commemorare militari Caduti nella Prima e Seconda Guerra Mondiale. Corteo, Santa Messa, deposizione di due corone d’alloro con tempi scanditi dalla Banda dell’Associazione Musicale “Marconi”. Quella vissuta a Caiazzo oggi (domenica 11 novembre) è stata una domenica del ricordo, della riflessione, di rigetto del conflitto, una lezione di educazione civica per gli alunni delle scuole presenti, un monito “per non commettere gli stessi errori e per educare i giovani e i meno giovani a essere ogni giorno coautori e costruttori di Pace“.

Una manifestazione per non dimenticare i 100 anni dalla fine della Grande Guerra, la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate iniziata in Piazza Porta Vetere con il raduno di autorità e associazioni. E’ seguita nella Chiesa dedicata a San Francesco (“una figura piena di vita alla ricerca di un Dio semplice“) la celebrazione officiata dal parroco Don Antonio Di Lorenzo, il quale nell’omelia ha esortato i fedeli a riflettere sulla pace presente in città e nelle famiglie: “Non possiamo auspicare la pace mondiale – ha detto il giovane prelato – se creiamo guerra e zizzania nel nostro quotidiano. Dopo lo sterminio di 100 anni fa l’uomo non ha ancora capito“. Recitate le preghiere del Carabiniere, del Soldato, del Marinario e dell’Aviatore, hanno fatto da cornice i labari delle associazioni e il Gonfalone del Comune di Caiazzo. Emozionante l’alzabandiera accompagnato musicalmente dal silenzio, sono state anche deposte le due corone, (una presso la Cappella Votiva e l’altra sul Monumento ai Caduti), scoperte in piazza Porta Vetere le due lapidi. “Come in altri comuni d’Italia – ha ricordato il primo cittadino Stefano Giaquintostiamo celebrando oggi la Festa del 4 Novembre. Un momento importante per la comunità di Caiazzo, una mattinata di riflessione che ha visto unite e coese numerose realtà associative del posto. Grazie alle autorità (presente l’assessore Sara Brunetti di San Pietro Infine, ndr.) e a quanti hanno collaborato per la realizzazione di tutto questo”. “Ricordare significa riflettere perché ogni vittima è una persona con affetti e sentimenti“, ha aggiunto Angelina Mastroianni della Redazione dell’Almanacco. Hanno reso ancora più coinvolgente la memoria poesie e scritti letti dagli alunni delle classi III e V delle scuole elementari e l’intervento conclusivo del presidente Enrico D’Agostino dell’associazione Combattenti e Reduci di Guerra, sezione di Caiazzo, il quale ha preso spunto dalla presenza di due Reduci caiatini di 99 e 98 anni, Angelo Zaccaro e Mattia D’Agosto: “Hanno seppellito tanti fratelli e odiano la guerra. Ricordiamoci di rispettare la storia e l’esperienza, cominciando dal nostro quotidiano”.

Presenti con il sindaco Giaquinto, il vicesindaco Antonio Ponsillo, la presidente del Consiglio Comunale Ida Sorbo, gli assessori e consiglieri Antonio Accurso, Giovanni Di Sorbo, Teresa Fasulo e il capogruppo Alfonso Mondrone. Non sono mancati all’importante appuntamento con la storia l’Associazione Mutilati e Invalidi; l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Caiazzo, Ruviano, Squille, Castel Campagnano; l’Associazione Nazionale Granatieri di Caserta; l’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia di Amorosi; l’Unuci di Caserta con il gen. Gassirà; la Croce Rossa (sez. di Caserta); l’Associazione Nazionale Autieri d’Italia (sez. provinciale di Caserta); una rappresentanza militare del 17° Reggimento Aqui con il comandante col. Nicola Cucinieri i Caporal Maggiori Carmine De Matteo e Sergio Iagrossi, tra l’altro quest’ultimi cittadini di Caiazzo; Ilaria Cervo dell’Associazione Storica del Caiatino.

Photo credit Federica landolfi

 

 

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+
PUBBLICA ASSISTENZA SAN MICHELE SERVIZIO AMBULANZE 24 H24
Trasporto sangue e organi
Trasporto infermi
Assistenza medica e infermieristica
Assistenza sanitaria in manifestazioni di enti Pubblici e Privati
Accompagnamento per terapie e visite mediche
Autoriz. Reg. N°2007/24465

Ho compreso che...
le persone possono dimenticare ciò che hai detto.
le persone possono dimenticare ciò che hai fatto.
ma le persone non scorderanno mai come le hai fatte sentire.
Dott. Carozza Michele

339.5082804 - 335.6094623 - 0823.458796
VIA LIGURIA, 21 - 81020 SAN MARCO EVANGELISTA (CE)