LA MINORANZA ABBANDONA L’ASSISE, DE FILIPPO: “GRAVE MANCANZA VERSO I CITTADINI CHE LI HANNO VOTATI”

MADDALONI (Caserta) – Ieri sera, durante il Consiglio Comunale, gli esponenti della minoranza hanno deliberatamente abbandonato l’aula senza alcuna spiegazione. Il motivo di questo comportamento è da rintracciarsi nella mozione, presentata dal consigliere Imperia Tagliafierro, relativa all’Autonomia Regionale Differenziata e fondo perequativo. Il documento, che analizzava con sguardo critico la questione, aveva trovato una condivisione anche dagli esponenti della maggioranza, tranne che per le ultime tre righe secondo le quali, sposando una tesi politica, il Consiglio Comunale esprimeva il proprio disaccordo sulla legge di Stato, prevista anche dalla Costituzione. Per questo motivo, davanti al diniego di cancellare quest’ultimo punto, la mozione presentata è stata bocciata.

Dopo la votazione e l’approvazione della stessa mozione, privata delle ultime tre righe, presentata dal consigliere Sferragatta, i componenti dell’opposizione hanno deciso di abbandonare l’aula.

“L’abbandono dell’aula consiliare da parte dell’opposizione – ha dichiarato il Sindaco Andrea De Filippo – per una questione relativa ad una mozione politica di carattere generale è un’azione di una gravità assoluta. Hanno preferito lasciare il Consiglio Comunale su una questione squisitamente politica, invece di discutere e di dibattere su argomenti all’ordine del giorno che riguardano esclusivamente i cittadini maddalonesi. E’ una cosa inaudita che in tanti anni di attività politica cittadina non avevo mai visto. L’opposizione, che abbiamo in consiglio e  che, fin dall’inizio del nostro governo, abbiamo cercato di coinvolgere ed ascoltare, si è dimostrata totalmente irresponsabile, assolutamente inadeguata a condividere le sorti di questa città”.

“Questo – ha concluso il Sindaco – è un atteggiamento che fa male alla città, perché noi siamo stati eletti per risolvere i problemi della città e dei cittadini, non per scontrarci accanitamente su questioni di carattere nazionale o internazionale. Noi, a differenza di chi, povero di idee e di argomentazioni, lancia dai social accuse campanilistiche per strappare un applauso che non arriverà mai, stiamo lavorando duramente per far tornare Maddaloni ad uno stato di normalità sociale ed amministrativo. Noi manterremo fede al nostro patto con gli elettori, senza perderci in inutili pagliacciate, in stupide questioni di partito. Noi continueremo per la nostra strada, e se l’opposizione si rifiuta di svolgere la sua funzione se ne prenderà inevitabilmente la responsabilità. Se non sono in grado di farlo, si facciano da parte dando la possibilità ad altri di apportare valide e nuove energie per la rinascita di questa città”.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+