OSPEDALE, PROTESI SCADUTE & MORALE AVARIATA. SIAMO OLTRE IL MILIONE DI EURO

(f.n.) – Secondo l’opinione di qualche genio della lampada che agita il lumino sullo sfondo in prossimità dell’uscita di sicurezza…all’origine delle inchieste vi sarebbe chissà cosa…ma il chissà cosa non viene precisato …Siamo in attesa che gli attributi al momento millantati, sorgano all’orizzonte ed offrano al volgo visione di virile prestanza. Detto questo e con santa ed incredibile pazienza, riprendiamo un argomento che merita un serio approfondimento…L’Ospedale degli Sprechi che, qualche giorno fa, con il ritrovamento all’interno di un ripostiglio nel reparto di Ortopedia circa 700 mila euro, di protesi scadute all’interno di un ripostiglio del reparto di Ortopedia, sembrava avesse raggiunto il massimo livello di realizzazione dello spreco, oggi torna alla ribalta, superando se stesso…Infatti la Direzione generale, tra una “pezza” in fronte e l’altra, si sta adoperando, soprattutto per tappare le falle dalle quali escono a fiotti, valanghe di “zozzi” aggiornamenti che rischiano di dilagare pericolosamente oltre i confini ospedalieri. Pur comprendendo il “riserbo” che in questi casi la Direzione considera addirittura obbligatorio, resta in piedi nell’ombra, vigile e rigido, come un tremendo testimone d’accusa, quel “riserbo di comodo”, in verità assai redditizio, che per decenni ha consentito che avvenissero commerci indecenti. Il valore delle protesi scadute, supera il milione di euro ed un milione di euro di sprechi, chiede vendetta al cospetto dei Santi. La direzione strategica deve sapere che questa volta sarà difficile “apparare” e che gli interrogativi sono davvero tanti ed assai articolati ad iniziare dai controlli, a quanto pare, mai effettuati. Immedesimiamoci nel nuovo coordinatore, di “fresca nomina” che prende servizio e trova quella “discarica protesica”…A prescindere dal fatto che, se con il cambio della guardia, a nessuno è punta vaghezza di far scomparire il corpo del reato, peraltro inutilizzabile perché scaduto, significa che qualcuno ha dato per scontato che chiunque fosse venuto dopo, l’avrebbe pensata esattamente come quello che c’era prima…Pericoloso errore di valutazione!, ma… del resto era andata sempre così (e la catasta di protesi lo dimostra), perché mai la musica, avrebbe dovuto cambiare adesso? Scusate… voi della direzione strategica ma… chi era delegato ad ordinare i presidi?, il caposala?, e allora chiamate il caposala e chiedete conto di un milione di euro “ittat”, …e vedrete che i conti tornano, tornano tutti, torna il silenzio decennale e complice, tornano i favoritismi ed i benefici sparsi, tornano tutti i conti a tutti i livelli…Cosa volete occultare oggi?, e da dove volete cominciare ad occultare nel bel regno del Shangrillah-Ortopedia?, gli oss interinali a 30 ore,  fanno i turni mattina, pomeriggio e notte e nessuno fiata?, gli infermieri a  tempo indeterminato che dovrebbero essere inseriti in turno, lavorano soltanto di mattina e qualche pomeriggio e nessuno fiata?,  nel reparto di Ortopedia non esiste neppure un registro di carico e scarico delle cartelle cliniche e ci meravigliamo se ne scompare una?, scusate ma… il consiglio di disciplina si riunisce soltanto quando la cartella che scompare è del tipo giusto? E per finire la domanda nasce spontanea: ma… il materiale scaduto rinvenuto nel ripostiglio è materiale fondamentale per una sala operatoria di Ortopedia o no?, e se una protesi dalla Farmacia dovrebbe essere inviata in sala operatoria per l’impianto, come mai veniva consegnata e custodita nel reparto?, non ha alcun senso questa vicenda, laddove anche questo non sia uno di quei conti che “torna” in maniera perfetta, applicando la logica della partita di giro…Manager Ferrante le responsabilità sono antiche e a più i livelli, scavi dunque, scavi, scavi…invece di sognare altri lidi ameni, pensi a far saltare il banco. Hasta la verguenza!

Comments

  1. Parresio ha detto:

    Un vero schifo! Con un milione di euro si compra una macchina per la risonanza magnetica! Tirate fuori tutte le richieste di acquisto, individuate chi le abbia proposte ed autorizzate, se si siano acquistate protesi nuove nonostante la giacenza di analogo materiale, valutate se i fornitori siano sempre gli stessi, denunciate chi si è prestato a questo spreco. Questi fatti non possono passare sotto silenzio.

Comments are closed.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+