OSPEDALE, GRANDI PULIZIE…PER CASO ARRIVA IL GOVERNATORE DE LUCA?

5

(f.n.) –  “C’è qualcosa di nuovo oggi nel sole…anzi d’antico…”, cosa sta succedendo nel nostro Ospedale?,…abbiamo già assistito a questa baraonda, a questo sciamare di spazzoloni branditi da omini indaffarati, a questo odore di sgrassatore e disinfettante…a questo insolito profumo di pulito…caspita…questa mattina sembra di stare in un Ospedale…ah già!…noi siamo in un Ospedale, il nostro!, quello che non si è sgretolato fino ad ora, soltanto perché è tenuto insieme dalla “munnezza” che intrufolandosi nelle crepe si è autocementificata nel tempo…Abbiamo già vissuto un momento come questo… “stile mastrolindo & allmangiasporco”, in occasione di una visita del governatore De Luca…ah!, quanti ricordi!, il gran visir Ferrante e la sora Tetta dell’Andalusia minore che paperiavano, arrotolandosi assieme ai sorrisi sgargianti, che tra un urletto ed un gorgheggio, sincopavano i passi del governatore, lungo il “passaggio del vescovo”, (definizione tipica della striscia di Gaza ospedaliera, che ci si adopera per pulire e lustrare, lasciando emergere le suppellettili dai quintali di polvere e grasso che le ricoprono, quando arriva qualche personaggio importante). Per l’occasione, anni fa, conoscendo i costumi della direzione,  ci eravamo preoccupati di omaggiare De Luca, con una pendrive, che avrebbe consentito al governatore di visionare e inorridire con calma, la verità dell’ensemble ospedaliero, al di là del passaggio del vescovo e conoscere la realtà che nessuno degli osannanti presenti, si sarebbe mai sognato di mostrargli. Ebbene… oggi è molto peggio di ieri e la munnezza ha raggiunto livelli di guardia, superati soltanto dalle costruzioni spontanee che gli escrementi dei piccioni creano sui davanzali, per non parlare delle incrostazioni sulle finestre dei vari reparti….e l’artistico arbusto spontaneo che decorava la parete uscendo dal condizionatore…ne vogliamo parlare? I signori che soggiornano nella palazzina “grigiotopospento” in fondo al parco, sembrano ignorare il resto della tenuta ospedaliera, che si stende oltre l’ingresso, fatta eccezione per il parcheggio, sovente utilizzato per incontri strategici riservati e lontano da occhi indiscreti, ma soprattutto da microfoni ambientali…incontri a discrezione della direzione e dei politici che potranno giurare così, con la mano sul petto, di non aver messo piede in Ospedale da anni… Il preambolo era doveroso, per riportare l’attenzione dei soliti “distrattoni”, a concentarsi sulle strane abitudini dell’Aorn e soprattutto sui tempi e sui cicli storici delle pulizie…Tutto questo darsi da fare, per grattare via dalle scale lo spessore dello sporco solidificato che negli angoli dei gradini ha superato il centimetro e quella patina grigiastra che non è il variegato grigio del marmo, ma soltanto la striatura purissima di schifezze varie e appiccicose…dicevamo: tutto questo darsi da fare insolito, avrà una ragione n’est pas?, ma certo!…E deve essere una ragione importante per darci sotto in questo modo…Dicunt che si attende da un momento all’altro la visita del governatore Vincenzo De Luca! Ah…bene!,  e come mai?, qualcuno sostiene che dovrebbe venire ad inaugurare il nuovo reparto di Pneumologia diretto dal dottor Antonio Ponticiello.  Naturalmente della visita non si sa nulla di ufficiale, come è nelle corde sia del Governatore che non ama le domande improvvise, né tanto meno della direzione dell’Aorn che, avendo la coscienza grigiastra di chi sa perfettamente che ciò che si esibisce nel dì di festa, al visitatore importante, poco ha da spartire con la realtà dei fatti. Tranquillo herr Gubitosa, questa volta non c’è bisogno di alcuna pendrive…è tuttappost da un pezzo…il governatore è opportunamente informato! E’ appena il caso di sottolineare che al momento opportuno il governatore sarà informato soprattutto della maniera eccellente, a proposito di pulizie, in cui l’Aorn procede nel controllo delle infezioni. Detto questo …sul tavolo delle riflessioni, dipinto di uno squallido color rosso vergogna, resta l’ipocrisia di una passerella in compagnia del solito bluff nascosto con la polvere sotto al tappeto. Quando finirà la sceneggiata? E ce la farete a sistemare almeno l’indispensabile? Vi sarete accorti che i pannelli con le indicazioni dei reparti non vengono aggiornati almeno da tre anni, o no?, quindi, gli utenti non sanno che la Pneumologia è stata spostata, o no? O sperate che i visitatori siano accecati dal lucore insolito dei pavimenti, a tal punto da riceverne una beata confusione mentale e continueranno a gioire nella navigazione a vista?, e i poveri utenti non sanno neppure che anche la Ginecologia è stata spostata ed anche la Geriatria…E poiché il capodipartimento della Medicina è un tipo molto, ma molto attento, non si è accorto che nel suo dipartimento mancano le insegne all’esterno dei reparti…Dicunt a tale proposito, che la nuova primaria della Medicina, l’insegna se la sia comprata da sola…e la faccenda deve essere vera perché tutti gli altri reparti dello stesso edificio mancano delle indicazioni necessarie…Però… effettivamente …invece di spendere denaro per le inegne, basterebbe mettere il nome sul citofono,,,invece di famiglia Luigi Esposito…reparto Medicina dottor professor Luigi Esposito….n’est pas? E poi dite che non vi vogliamo bene…Quando mai!…Noi siamo letteralmente pazzi di voi…siamo certi  che divertenti così non ci capiteranno più…Comunque datevi una regolata…se non marcate di piede il governatore si perderà pure lui…e così farete la solita figura da quattro soldi e tutti i soldi che per una volta avete sprecato in disinfettante e ace sgrassatore e olio di gomiti, sarà stata sprecato… Hasta la vista companeros!

5 Commenti

  1. Questo Michele Carozza è un affiliato…. quindi giocate poco… ha tante ore da recuperare ma purtroppo nemmeno un minuto recupera…
    Chiedetevi perché non ha mai recuperato? Perché?

  2. Ho letto qualche giorno fa del reparto di geriatria. Tutto vero specie la maleducazione di qualche infermiere. La signora Maria un angelo sempre disponibile. Solo quattro medici e sempre gli stessi anche se la primaria e il medico giovane sono impareggiabili. Purtroppo non c’è possibilità di farsi una doccia ed i piccioni sui balconi fanno veramente schifo. Sono stato ricoverato molti giorni. Cose da cambiare ci sono ma la peggiore era la puzza di fumo nel corridoio. Per chi non fuma ed a problemi respiratori è veramente fastidioso. Spero che la primaria mi legga e prenda provvedimenti perché è veramente brutto.

  3. Io augurerei a tutti quelli che hanno amministrato il nostro ospedale di doverne usufruire un giorno. Con questo caldo non è possibile avere un po’ di acqua fresca la mattina, non rispondono ai campanelli e sentire i propri cari dal cellulare che soffrono stringe il cuore. Di notte in neurologia non si vede nessuno. Si può morire ma loro dormono

  4. Suggerirei alla direttrice sanitaria di andarsi a fare un giro in ortopedia. Rimarrebbe sbigottita ad incominciare dalla puzza di fumo. Si fuma dappertutto dalla medicheria alla stanza medici. Primis intesta il primario e a seguirlo tutti gli altri. Senza alcun ritegno. Sporco e disordine dappertutto. Per non dire poi dell’abbandono totale dei pazienti allettati. Specie gli anziani.

  5. Per ripulire questo ospedale ce ne vuole di olio di gomito. Nessun controllo ed è ovvio che l’ospedale vada alla deriva galleggiando nella monnezza. È talmente occupato a gestire le proprie ambulanze che il massone incaricato dei controlli si fa portare addirittura il pranzo nella propria stanza. A nessun altro è concesso. A lui si. Poi bisogna vedere se questi pasti li paga. Interessante no? Potrebbe chiederlo alla direttrice sanitaria quali sono i carichi di lavoro di questi infermieri diventati funzionari senza alcun riscontro scritto…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui