“SETTEMBRE AL BORGO”, MARINO: “A CASERTAVECCHIA CI SONO DELINQUENTI CHE BRUCIANO LE COLLINE E CHI VUOLE COSTRUIRE IL FUTURO DELLA CITTÀ”

IN PREVISIONE DELLA MANIFESTAZIONE PRONTA UN’ORDINANZA PER IL DIVIETO DELLA VENDITA PER ASPORTO DI BEVANDE ALCOLICHE E IN BOTTIGLIA

CASERTAVECCHIA – L’inizio della quarantacinquesima edizione di “Settembre al Borgo” è sempre più vicino e si intensificano le attività di preparazione in vista del ritorno, dopo due anni di assenza, della prestigiosa manifestazione nel cuore di Casertavecchia, la cui organizzazione sarà affidata quest’anno al Comune di Caserta. Nel primo pomeriggio di oggi c’è stata una riunione tecnico-operativa che ha visto al tavolo l’assessore comunale Francesco De Michele, il dirigente Marcello Iovino, in qualità di presidente della Commissione comunale di vigilanza sui pubblici spettacoli, il dirigente alle Attività Produttive, Giovanni Natale, il comandante della Polizia Municipale, Luigi De Simone, e il direttore artistico della manifestazione, Casimiro Lieto. Nel corso della riunione sono stati affrontati tutti gli aspetti tecnici e organizzativi in vista delle quattro serate in programma dal 2 al 6 settembre prossimi nel Borgo di Casertavecchia, con particolare riguardo rispetto alle questioni inerenti la pubblica sicurezza, l’afflusso e il deflusso degli spettatori, il cui numero sarà sicuramente importante. Tutti gli spettacoli della rassegna, infatti, saranno gratuiti, assicurando una massiccia presenza di appassionati e curiosi, con un indubbio indotto per le attività economiche e commerciali del Borgo e delle località limitrofe.

Dopo questo tavolo tecnico-organizzativo, il sindaco Carlo Marino e il consigliere comunale della zona collinare di Caserta, Domenico Maietta, hanno avuto un confronto con i proprietari di alcuni terreni situati all’ingresso del Borgo, nelle vicinanze della Cappella di San Rocco. L’obiettivo è quello di dare il via ad un progetto-pilota da iniziare in concomitanza con il “Settembre al Borgo” per poi portarlo avanti nel corso dell’anno. Il programma prevede una completa riorganizzazione del servizio parcheggi, utilizzando alcuni spazi attualmente in disuso, dando efficienza e decoro al servizio e debellando il fenomeno dei parcheggiatori abusivi. Inoltre, oltre al riassetto e al riordino del sistema parcheggi, il Comune ha spiegato di voler creare diverse strutture destinate all’accoglienza turistica e ai servizi ad essa collegati.

Sempre in tema di sicurezza, poi, il sindaco ha preparato un’ordinanza che prevede, nel periodo compreso tra il 2 e il 6 settembre, il divieto della vendita per asporto e la somministrazione (con l’esclusione della somministrazione al tavolo effettuata congiuntamente al pasto) di bevande alcoliche e di bevande di qualsiasi genere se contenute in vetro o in lattina sul territorio di tutte e quattro le frazioni collinari, ovvero Casertavecchia, Casola, Pozzovetere e Sommana.

“In questi giorni così drammatici e difficili per Casertavecchia e per i luoghi della cintura storica casertana – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – abbiamo voluto lanciare un segnale chiaro. Ci sono i delinquenti, gli irresponsabili che odiano la nostra terra, che appiccano il fuoco, devastando il territorio. E poi c’è chi, come noi, vuole partire da “Settembre al Borgo” e proseguire in una serie di importanti iniziative che rilancino il turismo e la cultura, partendo da Casertavecchia e proseguendo nell’intera città”.

“Stiamo lavorando – ha spiegato l’assessore Francesco De Michele – affinché ‘Settembre al Borgo’ sia una festa per tutti, che si svolga nelle migliori condizioni di sicurezza e di efficienza. Il Borgo e tutte le aree limitrofe rappresentano una zona fondamentale per lo sviluppo della città”.

“Tutte le iniziative svolte negli ultimi dieci mesi – ha aggiunto il consigliere comunale, Domenico Maietta – sono state importantissime e un’attenzione così forte per le frazioni collinari non si era mai vista. Entro la prossima primavera verranno aperti numerosi cantieri tra Casertavecchia, Pozzovetere, Sommana e Casola e contribuiranno a cambiare il volto di questi luoghi”.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+