SEGUIMI, IL PROGETTO PER EDUCARE I RAGAZZI ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

0

CASERTA – Questa mattina, nella sala consiliare di Caserta, è stata presentata la seconda edizione del progetto ‘Seguimi’, progetto patrocinato dalla Regione Campania e promosso dalla Fondazione Mario Diana per l’educazione ambientale e cittadinanza partecipata. Il progetto si avvale della partnership dei consorzi di filiera Comieco (Consorzio nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica) e Cial (Consorzio nazionale per il recupero e il riciclo degli imballaggi in alluminio) e del contributo di Corepla (Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica), Ricrea (Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio) e Cobat (Consorzio Nazionale Raccolta e Riciclo). Partire dai ragazzi per educare la società: questo è il messaggio che è passato dalla presentazione del progetto, a partire dalle parole del sindaco di Caserta Carlo Marino passando per Elpidio Pota, segretario Generale della Fondazione Diana, che ha dichiarato ai nostri microfoni: ‘Lo scorso anno siamo venuti a conoscenza del fatto che molti adulti hanno imparato a fare la raccolta differenziata proprio grazie agli insegnamenti che abbiamo dato ai ragazzi. Abbiamo raggiunto la consapevolezza che bisogna partire da loro per educare la società. Grazie al patrocinio della Regione abbiamo praticamente raddoppiato i nostri numeri, coinvolgendo più persone, più scuole e organizzando numerosi eventi a loro dedicati”. Il progetto ‘Seguimi’ coinvolgerà i comuni di Caserta, Frattamaggiore, Castel Volturno, Orta di Atella e Succivo, con ben quindici scuole aderenti all’iniziativa. Più di 15mila alunni verranno indottrinati sulla raccolta differenziata nel corso dei prossimi 200 giorni, per far sì che la società casertana possa imparare su un argomento da molti sottovalutato.