OSPEDALE, IL MEMORIALE DELLA DOMENICA 19

(f.n.) – E raccontiamolo questo Ospedale che si prepara ad un evento memorabile e denso di significato, un brillante convegno nel corso del quale verrà presentato alle autorità ed al popolo sovrano, il lavoro: “Integrità e legalità nell’Azienda Ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano” – Piano triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza – Il codice di comportamento”.  Raccontiamolo al mondo, il nostro Ospedale…raccontiamolo  “daccapo” e raccontiamolo “durante” e raccontiamolo “adesso”, pensando al significato delle parole e a quanto inutili esse siano e inutili e cialtrone, soprattutto quando, pateticamente, vengono pronunciate per stravolgere la verità… Eccolo …laggiù in fondo, visuale ormai tersa e libera dagli alberi…imponente, massiccio…tristemente sbiadito, ingrigito, scalcinato…E’ il padiglione D….luogo di memorie trascorse e di attuale degrado… Meglio non guardare ed ancora meglio non pensare…ma avviarsi con la mente chiusa ed il naso otturato è la soluzione migliore….Unico senso allertato “la vista” che registra e trasmette e lascia “prudentemente” nell’anticamera dell’attenzione, la fotografia di ciò che si incontra….se dovessimo lasciare via libera alle emozioni che derivano dalla passeggiata verso il terzo piano…e l’arrivo nella terra promessa della Medicina, dovremmo fare dietro front, andare di corsa nella palazzina bianca in fondo al parco e chiedere al manager di contare fino a dieci prima di parlare di “miglioramento”, prima di “intostarsi” e gonfiare il petto villoso fino a far saltare i bottoni della camicia. Ma abbiamo deciso di guardare e soffrire….Saliamo a  piedi…eh si!…ne vale la pena…scale grigie e pareti decorate …ma non si tratta di murales ma solo di vecchie scritte “ornamentali”…alle finestre mancano le maniglie  e laggiù si intravede lo sportello del quadro elettrico, aperto…pericolosamente aperto…un morboso umido appiccicoso senso di ammuffito mescolato all’odore dipico della minestra della mensa militare, ti aggredisce…e la sensazione è sgradevole…  La gente numerosa si accalca per accedere agli ambulatori o ai ricoveri in day hospital…le sedie sono sempre troppo poche…la sala cosiddetta “d’attesa” è solo qualcosa di cui prendi visione nei depliants  pubblicitari….Chissà se in questa hall a 5 stelle c’è una toilette…no…non c’è. All’improvviso sentiamo un odore acre…oddio sta andando a fuoco qualcosa…ma questo è odore di fumo…come è possibile…se per caso se ne accorge il manager farà subito rapporto a Borrelli…L’odore di fumo è molto forte…viene dalle stanze centrali…Vicino a noi che fingiamo, a fatica una totale indifferenza,  c’è una signora che si lamenta per il prolungarsi dell’attesa…in piedi, si lamenta del caldo ma soprattutto e qui… ci vergogniamo noi al posto della direzione, si lamenta della puzza…In questa sala d’attesa delle Dolomiti caserecce, non c’è aria…Approfittando del trambusto entriamo nel reparto…Non è orario di visita ma …entriamo…Non avevamo creduto ai racconti del terrore ospedaliero…ma abbiamo dovuto constatare che era vero…le buste delle urine erano appoggiate per terra ed i pappagalli in mostra sui comodini, per non parlare dei copriletti bucati che sono un classico ospedaliero da mille e una notte. Un medico esce dalla stanza e noi entriamo…ma nessuno ci ferma…nessuno si interessa a noi…C’è un gran disordine ma ciò che ferisce l’olfatto è l’intenso odore di urina diffuso. In medicheria, c’è una infermiera che parla al telefono, con animazione…ci guarda ma evidentemente non ci vede…Passiamo oltre…alla nostra destra vi sono stanze con tre o quattro letti e un gran disordine…Su un tavolo lì vicino sono impilati una serie di vassoi sporchi…Ci guardiamo attorno  avviliti…il pavimento è assai vecchio ed in pessimo stato…le pareti scrostate…sembra quasi di essere tornati indietro nel tempo…a tanti anni fa in un paese di frontiera…In uno stanzone  vi sono tre o quattro letti e due barelle…Vorremmo entrare ma una signora, non sappiamo se una dottoressa o una infermiera, impreca, dice di tutto e ci caccia fuori….Il fatto che qualcuno si sia accorto che eravamo nel reparto al di fuori dell’orario di visita è sicuramente un risultato positivo…Se soltanto ce ne avesse dato il tempo, avremmo potuto dire alla signora che il reparto era piuttosto sporco, che i fili elettrici erano in bella vista e la macchinetta del caffè sul fornello nello stanzino di fianco alla medicheria era proprio ciò che mancava a questa coreografia del “vascio sanitario”…Torniamo a chiederci e a chiedere alla direzione sanitaria, gestita da una duchessina che non si “scozzica” dalla palazzina bianca neanche con le cannonate, quali siano le funzioni che dovrebbe svolgere e quali siano i legittimi interessi della direzione stessa, al di là  dell’etica ed estetica del giudizio personale sulle professionalità dei candidati ai vari concorsi…Hasta el domingo!

Comments

  1. Anna ha detto:

    E’ una vergogna europea Asl e A.o. guidate da junker.Presidente della commissione europea. Il convegno di domani deve essere filmato dalle Iene ,striscia la notizia e non e’ l’ arena.

Comments are closed.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+
PUBBLICA ASSISTENZA SAN MICHELE SERVIZIO AMBULANZE 24 H24
Trasporto sangue e organi
Trasporto infermi
Assistenza medica e infermieristica
Assistenza sanitaria in manifestazioni di enti Pubblici e Privati
Accompagnamento per terapie e visite mediche
Autoriz. Reg. N°2007/24465

Ho compreso che...
le persone possono dimenticare ciò che hai detto.
le persone possono dimenticare ciò che hai fatto.
ma le persone non scorderanno mai come le hai fatte sentire.
Dott. Carozza Michele

339.5082804 - 335.6094623 - 0823.458796
VIA LIGURIA, 21 - 81020 SAN MARCO EVANGELISTA (CE)