AFFIDO CONDIVISO E BIOGENITORIALITÀ: DOMANI CONVEGNO ALLA BIBLIOTECA DIOCESANA

CONVEGNO GIOVEDÌ 31 GENNAIO – ORE 15.30/18.30 – PALAZZO VESCOVILE DI CASERTA – BIBLIOTECA DIOCESANA 

CASERTA – Norme in materia di affido condiviso: mantenimento diretto e bigenitorialità. Riflessioni sul ddl 735/2018, è questo il tema al centro della tavola rotonda promossa dalla sezione distrettuale di Santa Maria Capua Vetere dell’Anfi in collaborazione con l’Ordine degli avvocati del foro di Santa Maria e del dipartimento di Giurisprudenza dell’Università della Campania Vanvitelli in programma giovedì 31 dicembre presso la biblioteca diocesana di Caserta a partire dalle 15. Coordinati dalla presidente Giannamaria Caserta, si confronteranno sul tema Antonio D’Amato, procuratore aggiunto del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che interverrà su “La famiglia nel diritto penale: strumenti di tutela”. Il giudice della Quarta sezione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere Giovanni D’Onofrio terrà una relazione, invece su “Mantenimento dei figli: le spese extra assegno. Linee guida”. Di grande rilievo anche l’intervento del mediatore familiare e avvocato familiarista Vincenzo Esterino Giaquinto che parlerà del nuovo ruolo del mediatore familiare e delle figure professionali coinvolte nell’attuazione dell’affido condiviso. Lo psicoterapeuta, mediatore familiare e g.o. presso il tribunale dei minori di Napoli Gennaro Petruzziello darà un parere tecnico sugli aspetti psicologici e giuridici nella relazione tra genitori e figli durante la separazione. Il professore Raffaele Picaro, docente di diritto di Famiglia e di diritto privato presso l’Università Vanvitelli, toccherà il tema del Joint custody e del mantenimento diretto dei figli. Le conclusioni saranno affidate al presidente della sezione civile del tribunale Raffaele Sdino che relazionerà sulle anticipazioni della prova e controversie riguardanti i minori, le consulenze psicologiche ante-causam. «La tavola rotonda rappresenta un importante momento di confronto su un tema strettamente attuale che abbiamo deciso di affrontare partendo dal punto di vista di tutti i professionisti coinvolti in vicende del genere – ha spiegato la presidente Anfi Caserta – l’Anfi mette in rete le migliori competenze con l’obiettivo di tutelare e garantire sotto tutti gli aspetti, da quello legale a quello psicologico, i minori che, loro malgrado, si trovano coinvolti in una separazione. L’appuntamento di giovedì offre lo spunto del nostro approccio metodologico a tematiche complesse come quelle legate alla tutela dei diritti dei figli».

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+