OSPEDALE, IL MEMORIALE DELLA DOMENICA 56

4
1120

(f.n.) – Abbiamo pensato che il commissario Carmine Mariano, il cui insediamento nella palazzina “grigio topo spento” in fondo al parco, è previsto per domani, potrebbe avere bisogno di un promemoria, dal momento che, come da tradizione, si farà a gara per rappresentare il contrario dell’esistente, camuffare, ingentilire, all’occorrenza falsificare, negare, accusare …insomma… ritardare la presa di coscienza della reale, concreta, inequivocabile dimensione al cui interno galleggia l’Aorn di Caserta…E mentre negli anfratti ospedalieri, si preparano le strategie a perdere, come se il resto del mondo circostante, non avesse, ormai da un pezzo, preso coscienza degli ingranaggi paralizzanti del sistema… un paio di cosucce, al neo commissario, gliele anticipiamo volentieri…Vediamo …sarà il caso di iniziare dalle cose peggiori…così il commissario entrerà dalla porta principale, onde evitare tra qualche tempo la solfa del “non sapevo, non c’ero e se c’ero dormivo”…Bene… partiamo dal Dipartimento dei Servizi Sanitari ed incontriamo il giovane capodipartimento, dottor Arnolfo Petruzziello, il biologo nominato primario e poi capodipartimento che, con l’occhio stellato più stellato di quello di Alice nel Paese delle Meraviglie, sta ancora rotolando già dalle nuvole, perché non si era accorto di essersi accomodato su una polveriera…e soltanto quando, all’improvviso, il destino in divisa, lo ha privato della sua preziosa collaboratrice, ha preso coscienza della truffa cronicizzata, che stava ingoiando il Laboratorio analisi…ed una fetta di Ospedale. Servizi sanitari?, ah…servizi o disservizi?, come quelli che si offrono in Radiologia?, in linea ed in ossequio al brillante risultato delle scelte della direzione appena tramontata?,…quella che, per intercessione divina, ha creato eccellenze come il primario della Diagnostica per Immagini?…O vogliamo parlare del Dipartimento Emergenza ed Accettazione, diretto dal primario della Uoc di Neurochirurgia Pasqualino De Marinis?, forse il neo commissario potrebbe interpellarlo intorno alle decisioni assunte, (assunte?) in merito alle protesi scadute e ritrovate nel ripostiglio del reparto di Ortopedia, o no?…ma vuoi vedere che non sa nulla…ah…peccato! Forse qualcuno dovrebbe informare entrambi…sarebbe il caso, o no? Proseguiamo…Certamente uno dei primi incontri “di peso”, avverrà con il mitico dottor Salzano de Luna, capodipartimento di Scienze Chirurgiche…anche se …a pensarci bene … sarà meglio avvertire il commissario che non perda tempo…non è con lui che dovrebbe parlare perché… Salzano de Luna sarà anche il numero uno sulla carta, ma chi decide è o’ rey e qualche volta per delega… anche il Chicco nazionale…Certo… il commissario non potrà essere a conoscenza delle segrete cose… delle segrete stanze… né gli avranno fornito la chiave dei messaggi cifrati, né lo farà santa Tetta della Confraternita dei Confermati, né lo farà il povero caro Gubitosa! NO…non lo farà nessuno ed è per questo che in giro c’è chi lo fa… gente come noi…brutta, sporca e cattiva… Una particolare attenzione il neo commissario dovrebbe riservarla anche al Dipartimento di Scienze Mediche, faticosamente ma coraggiosamente, diretto dal dottor Vincenzo Andreone, primario di Neurologia…il quale è arrivato in Ospedale con un peccato originale: pare che pensi imperdonabilmente, con la sua testa… e di conseguenza si scontri con chi non ha dimestichezza con la dignità del pensiero autonomo…Quindi all’interno del dipartimento si procede a colpi di sabotaggio, diserzioni, trabocchetti e via col tango…ma pare che Andreone abbia le spalle larghe… e grande spirito di sopportazione, evitando peraltro elegantemente, di fare lo “strascino virtuale” al primario di Pneumologia che, puntualmente diserta le riunioni dipartimentali, preferendo forse dedicarsi all’estatica ammirazione del via vai del Pronto soccorso, dove sosta ogni mattina puntualmente alle 10.30 e… dove nel fantastico e lodevole tentativo di economizzare i tempi, in un magnifico effluvio di camice longuette e cravatta rigorosamente Marinella, approfitta della sosta per prendere caffè, ordini ed indicazioni. Per oggi ci fermiamo qui…Non vorremmo “terrorizzare” il neocommissario, che avrà tempo e modo di terrorizzarsi in piena autonomia…sempre che… sia un commissario autentico e quindi attento e responsabile e pronto a fare, appunto, il commissario…Se, per contro, dovesse soltanto essere il solito delegato di un sistema che utilizza il “transitorio” per organizzare le prossime elezioni, tutto ciò che abbiamo scritto e scriveremo domani, sarà utile a noi stessi affinché non perdiamo la memoria del disastro. Hasta el Domingo!

4 Commenti

  1. …e tetta reginetta della strafottenza se ne è andata in ferie senza alcun ritegno lasciando l”ospedale in mano a gubitosa. Che se ne fotte. Tanto lo stipendio è assicurato

  2. Dispiace ammetterlo ma Ferrante con le sue o suggerimenti di altri non è riuscito a scardinare un sistema di lobby,vedesi i capodipartimento.Scelte errate,ha dato fiducia a personaggi che stanno sempre in mezzo dove c’è da comandare,invece andavano neutralizzate,forse non ha avuto il coraggio o anche lui si è accomodato da suggerimenti di qualche politico.Cmq l’articolo denuncia le schifezze di alcuni settori,ma ce ne sono tanti ancora da scoprire,il sistema è sempre quello,si avvantaggia la stessa ditta per avere in compenso qualche weekend omaggio,che chiamano pure corsi di aggiornamento.Caro commissario benvenuto.

  3. 😂😂😂forse Ferrante lo dovrebbe informare sui memoriali. O probabilmente già gli avrà consegnato tutto il faldone con gli articoli. Probabilmente anche il commissario dirà: va beh ma è un giornaletto on line e poi tutte le mattine aprirà il cellulare per leggere. Buon prosieguo dottoressa. Aspettiamo i fuochi artificiali di Ferragosto per festeggiare l’arrivo del commissario e la permanenza dei due che nessun altro ha voluto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui