L’ASL MILIONARIA, ORA VUOLE ACQUISTARE UN IMMOBILE…ALTRI MILIONI SENZA NESSUNA DISMISSIONE

0

Il Cerusico, sa bene che quando in medicina si continua a persistere, forse “invano”, rispetto ad una determinata patologia, ci si trova di fronte a quello che è definito “accanimento terapeutico”. Per questo, può divenire una pratica che, in qualche caso, va oltre la pietà umana. Ma tanto verte la coscienza umana e problemi etici o religiosi. In quanto all’argomento ora oggetto di trattazione del Il Cerusico, non si tratterebbe di accanimento terapeutico, bensì, di cercare di tutelare le tasche del norcino e dei suoi concittadini contribuenti. Lo conforta, ancora una volta un certo Raffaele Cantone, il quale, in occasione del 18/mo Convegno nazionale dell’Associazione Italiana Ingegneri Clinici che si è tenuto a Roma, durante il suo intervento dichiara che “Il settore della sanità ha enorme risorse di denaro, per questo è inevitabilmente obiettivo di chi non vive in onestà e trasparenza”. Ma “la corruzione è il primo e più profondo attacco all’esistenza stessa del nostro Servizio Sanitario Nazionale”. Così continua il presidente dell’Autorità Anticorruzione “la riusciremo a preservare se non la saccheggeremo e se ognuno contribuirà a smantellare le patologie“. Quindi l’invito per chi ha il know how a mettere la propria conoscenza e lavoro a servizio di onestà e trasparenza“. E questo non solo in nome di “una esigenza etica ma anche in quanto scelta conveniente per non mettere in discussione un sistema sanitario di cui dobbiamo andare fieri”. E Il Cerusico, pur limitato nei suoi mezzi culturali e professionali prova a metterci il suo know how .

Capita, quindi, che il pensionato e nullafacente Cerusico, si imbatta nella Delibera n. 653 del 18.05.2018 che pubblica ossequiosamente l’”Adozione Programma Triennale Lavori Pubblici 2018-2020”. Costo totale, Euro 203.520.131,32 milioni. Or dunque, Il Cerusico, il quale fa molto consumo di zuccheri per tenere viva la sua residua attività cerebrale, ricorda di avere a lungo trattato di questi lavori (Il Cerusico 11.12.2017 –  26.03.2018), non solo, trattò pure dell’individuazione dei RUP per questi lavori, i quali, discettando di anticorruzione, (Il Cerusico 19.03.2018) sarebbero dovuti essere messi alla gogna ai sensi dell’Articolo 35 bis Testo unico sul pubblico impiego (TUPI) (D.lgs. 30 marzo 2001, n.165). Ma tanto, si sa, all’Asl di Caserta, la Corte dei Conti o l’Anticorruzione sono utilizzati a corrente alternata e a secondo gli interessi dei protetti o i privilegiati di turno…..  Torniamo al Programma Triennale Lavori Pubblici, ovvero quello destinato agli Ospedali “rottamandi” (Il Cerusico 26.03.2018) e, contestualmente, torniamo all’argomento Fitti passivi (Il Cerusico 02.04.2018). Fitti passivi e milioni scialacquati con il Programma Triennale che fanno il paio al capitolo dismissioni e/o cartolarizzazione dei beni immobili inutilizzati dell’Asl (Il Cerusico 26.02.2018). Un capitolo che ha dimostrato tutta la insipienza della triade dirigenziale dell’Ente Sanitario di Via Unità d’Italia! A proposito, Dott. Cantone, Il Cerusico, accogliendo il Suo invito, è disponibile per ogni tipo di collaborazione….. lasci perdere i Tari o gli Iovinella, senta a me che ho i capelli bianchi!

Fatte tutte queste dovute, documentate ed inoppugnabili premesse, (perché Il Cerusico, tutto è, tranne “chiacchere e distintivo”!) veniamo alla novità del secolo. Il Cerusico, vi premette che la documentazione dell’argomento che va a trattare, non la trovate nella sezione Delibere dell’Albo Pretorio dell’Asl, bensì, ben mimetizzata nella Sezione Bandi di Gare “Bandi di Forniture”(!!!???). Forniture di Dispositivi Medici Monouso, Forniture Divise Monouso, Fornitura di Gas Medicali, etc. etc. (?). Si tratta, insomma, non di una Fornitura, bensì di “Avviso Pubblico – Finalizzato alla Acquisizione di Manifestazione d’Interesse per la Ricerca di un Immobile da Adibire a Sede del Distretto Sanitario n. 12 da Acquistare in Proprietà”. L’Avviso è stato pubblicato con Prot. n. 42913/PATR. del 15.02.2018. L’immobile dovrebbe avere una superficie di 8.000 mq e parcheggi e scadenza per la presentazione delle offerte il 15.04.2018. Ora, considerando la milionaria operazione, non si comprende bene perché questa Manifestazione di Interesse non sia stata motivata ed esplicitata con formale Delibera e relativa pubblicazione nell’Albo Pretorio, e non si comprende, bene ai sensi della Legge sull’Anticorruzione e Legge sulla Trasparenza, come mai non si sia data giusta evidenza e pubblicità (anche attraverso organi di stampa) dell’intento della Dirigenza per un Piano di così enorme valenza economica e sociale per tutta la Città. Noi qualche idea ce l’abbiamo. Lasciamo alla perspicacia dei lettori, anche attraverso le immagini, di chi molto probabilmente sarà il beneficiario di questa operazione immobiliare. Forniture!!!???

Questa intempestiva operazione, alquanto sospetta, segue di soli tre mesi qualche “denuncia” fatta da Il Cerusico (20.11.2017) proprio sulla scandalosa vicenda decennale dei fitti passivi. Vuoi vedere che la triade, in quel lasso di tempo, abbia avuto l’ispirazione? E, qualora, così fosse, come è stata fatta e pubblicata una previsione di spesa per l’Adozione Programma Triennale Lavori Pubblici 2018-2020, nel Bilancio di previsione per il 2018 è stata prevista una qualche somma per Acquistare in Proprietà sede Palazzo della Salute? Pardon, lapsus, Distretto n. 12? D’altronde a ben leggere il Bilancio di previsione per il 2018, Bilancio Pluriennale 2018-2020, è stata contabilizzata  addirittura un’apposita voce: Fondo rischio contenzioso personale dipendente”!!! E, di questo argomento, siamo certi relazionerà il Collegio dei Revisori dei Conti e ce ne darà sicuramente notizia. Ora Il Cerusico, che è taccagno e ci tiene alle proprie tasche, comincia a far di conto. Naturalmente si imbatte, e come poteva essere diversamente (?), di fronte ad uno scandaloso triplo danno economico e patrimoniale. 1) – La sede del Distretto n. 12 di Caserta (non a norma), con contratto di fitto fino al 06.11.2021 è costata la bellezza di circa 25 milioni di Euro (Il Cerusico 02.04.2018); 2) – A tuttoggi, mancati introiti poichè non si è dato seguito allIntervento 5.3 – Gestione del patrimonio immobiliare degli Enti del SSR. Sulla base della ricognizione degli immobili non strumentali della AA.SS. della Regione, effettuata con DGRC n. 1916/2009, al fine di accelerare il processo di dismissione, la Regione ha accordato l’autorizzazione all’alienazione ai sensi dell’art. 5 comma 2 del D.Lgs n.502/92 e s.m.i. valutati “facilmente alienabili”, in quanto risultati accatastati e privi di contenzioso o di altre circostanze che ne avrebbero potuto ostacolare l’alienazione…. (Il Cerusico 26.02 2018); Valore terreni e fabbricati dismessi al Bilancio di Previsione 2018 = 0; 3) – Dulcis in fundo, ora ci si appresta a spendere non meno di una decina di milioni di euro per Acquistare in Proprietà un immobile per il Distretto n. 12. Valore voce accantonamenti per acquisto immobili Bilancio di Previsione 2018 = 0; En plein! E, questi, sarebbero i tutori e gestori della cosa pubblica? E i Revisori dei Conti?